Frantumi di vari universi

frantumi

Le mie giornate sono
frantumi di vari universi
che non riescono a combaciare.
La mia fatica è mortale.

(Vincenzo Cardarelli)

5 Risposte to “Frantumi di vari universi”

  1. Cle' Says:

    E che si dice a fronte di qualcosa di cosi’ intenso?
    Mi vengono solo i vari *puff* *pant, pant* a simboleggiare la stanchezza..
    Solo Pessoa si avvicina:

    Amo tutto ciò che è stato,
    tutto quello che non è più,
    il dolore che ormai non mi duole,
    l’antica e erronea fede,
    l’ieri che ha lasciato dolore,
    quello che ha lasciato allegria
    solo perché è stato, è volato
    e oggi è già un altro giorno.

  2. christian Says:

    Cardarelli era molto intenso in poche parole. Mi ricordo che il Monni agli spettacoli ricordava sempre i versi di Cardarelli. Parlava di Ungaretti e del suo “si sta come d’autunno sugli alberi le foglie” e faceva notare che si trattava di poca cosa rispetto al cardarelliano “mi sento come il grillo nell’uragano”!

  3. Cle` Says:

    Hai un animo da poeta.. e non sto scherzando =)

  4. christian Says:

    Cle’: seeeeeee😀

  5. Cle` Says:

    Una sola volta ogni anno, per circa 7 minuti, divento una persona normale, di buoni sentimenti, generosa e altruista.
    Il commento precedente era scritto in quei sette minuti, avresti dovuto farne tesoro.. perche’ concordo solidalmente con il tuo “seeeeeee” =)

    ###########
    Pero’… scusa, permettimi la dissertazione (che puoi sempre cancellare, neh) ma al giorno d’oggi persone di una certa cultura che riportano stralci di poesie (che non siano le solite di Prevert, Flaubert o sonetti di Shakespeare) non sono poi cosi’ frequenti. Poi ti imbatti in tematiche inusitate e continui a parlare di poesie citando Ungaretti e Cardarelli.
    Non t’e’ mai venuto in mente che forse forse l’indole ce l’hai?
    Io non ce l’ho, ci posso provare in ogni modo ma la poesia non fa parte del mio DNA, in nessuna forma. Alle elementari quando ci chiedevano il pensierino le mie compagne riempivano la pagina di sognanti prose e amore vario.. io al massimo teorizzavo sulle catastrofi cosmiche (e non scherzo.. la maestra Anna Benelli della scuola elementare Piero Bargellini se e’ viva puo’ confermare ogni singola parola!).
    Tu invece l’animo atto alla poesia e alle prose terrene ce l’hai.. sfruttalo!
    I poeti, soprattutto quelli catartici, vanno di moda.. e guadagnano bene eh =)
    ###########

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: