Ciao, Angese!

Si è spento a 56 anni Sergio Angeletti, in arte Angese, splendido e indimenticabile vignettista. Ricorderò sempre con piacere i suoi disegni sul Cuore del tempo che fu, su Linus e sulla Smemoranda. Proprio dal sito della Smemoranda, ecco una raccolta di disegni dell’amico Sergio.

Angese - 1992
Angese - Mafia

Riporto dal suo blog le parole di Jacopo Fo.

“Sergio ha collezionato una quantita’ incredibile di porte sbattute in faccia. L’unico lavoro che gli era restato era uno spazio quotidiano sulla Nazione-Resto del Carlino, pagato una cifra vergognosamente bassa. Uno spazio concesso quasi con fastidio, in una situazione nella quale qualunque sua proposta veniva bruciata sul nascere. Sopravviveva in quello spazio perche’ non aveva altro e non voleva smettere di raccontare, comunque, a un grande pubblico. Un genio al quale e’ stato impedito di lavorare, di produrre le sue infinite idee.”

“Sergio se ne e’ andato con grande eleganza, magro da far paura, con in testa il basco con la stella rossa, la barba quasi bianca, estremamente bello anche se scheletrico.”

“In quest’Italia di merda ci sono cose che funzionano in modo straordinario. In questi 2 mesi e mezzo di agonia abbiamo avuto contatti con diversi ospedali e cliniche, pubbliche e private. E abbiamo trovato isole di efficienza e di malsanita’ a volte divise solo da una porta. Nell’ultimo mese siamo finalmente approdati a una struttura pubblica assolutamente incredibile in Italia. Si tratta dell’Hospice di Perugia, clinica per le cure palliative, diretta dal professor Manlio Lucentini, con il quale collabora come psicologo il dottor Paolo Pannacci. Si tratta di un luogo confortevole, colorato, con camere grandi per ogni singolo malato con un letto a disposizione di un parente. Sala da pranzo comune con libreria, divani, cucine a disposizione. Infermiere e dottori sono gentilissimi e presenti in modo premuroso e amorevole. E soprattutto queste persone riescono a compiere il miracolo di farti arrivare alla morte senza dolore aiutandoti anche psicologicamente. Il che in Italia e’ moltissimo, visto che siamo agli ultimi posti nella graduatoria mondiale dl consumo degli antidolorifici per i malati terminali. Queste persone hanno accompagnato Sergio, giorno per giorno sostenendolo in ogni modo. E in questo nella disgrazia e’ stato fortunato. Sergio ha avuto una morte dura, con una lunga estenuante agonia. Ma certamente ha avuto sopra tutto il grande dono della presenza di Ceres, la sua amatissima moglie che si e’ prodigata al di la’ del possibile, standogli vicino giorno e notte in un modo che poche persone riescono a fare. E credo che questo, insieme all’affetto degli amici che sono venuti a trovarlo da tutta Italia, sia stato per Sergio una giusta consolazione, un riconoscimento di quanto il suo amore, la sua amicizia e il suo lavoro siano stati per noi un regalo importante. Ma tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’esistenza dl’Hospice, di uno spazio umano dove Sergio ha potuto concludere con dignita’ la propria vita.”

“Il corpo del grande Sergio Angese, verra’ bruciato. Le ceneri saranno sepolte nel territorio libero dell’Universita’ di Alcatraz secondo le sue ultime volonta’. Sulla strada che va alla torre, la’ dove sono le pietre dipinte, seppelliremo l’urna con le sue ceneri sotto una grande pietra sulla quale sara’ dipinto Astarte, il suo cavallo.
Chi passera’ da quelle parti potra’ parlare ad Angese. Lui ha promesso che ascoltera’. Che tu possa cavalcare in eterno nelle praterie del cielo.”

Tag: , , , , , , , , ,

9 Risposte to “Ciao, Angese!”

  1. Giovanni Bonenti Says:

    Angese, l’uomo che ebbe l’intuizione geniale, ai tempi di “tango” di creare il personaggio di “Minimo D’Alema”. Forse da lì nascevano tutti i suoi guai.
    Un pensiero rispettoso, un saluto affettuoso.

  2. newyorker Says:

    …..grazie per averlo ricordato

  3. reginamadry Says:

    straordinaria l’esperienza e l’esistenza stessa dell’Hospice, luogo di fine-vita ma allo stesso tempo di dignità di vita…forse non tutto è perduto (anche se sono pochissimi, oggi, quelli come Angese).
    saluti 🙂

  4. christian Says:

    @Giovanni Bonenti: non me lo ricordavo, ma adesso penso proprio di ricordare il personaggio!🙂

    @newyorker: salve a te, e grazie anche a te per la collaborazione!🙂

    @reginamadry: guarda chi c’e’! davvero quella storia mi ha colpito molto e per questo ho deciso di riportare buona parte delle parole di Jacopo… A presto!🙂

  5. S.B. Says:

    E’ triste pensare alla sua morte, ma non riesco a non sorridere al pensiero di tutte le vignette che mi sono divorato . Forse davvero il sorriso è il modo migliore per ricordarlo !🙂

  6. christian Says:

    @S.B.: lo penso anch’io… e avrei voglia di riprendere in mano tutti i vecchi numeri di Cuore…🙂

  7. Arcano Pennazzi Says:

    E’ da qualche giorno che ho deciso di non scrivere post sul blog per lasciare che il Caos faccia il suo corso. Ieri però è successa una cosa strana che non voglio ignorare. E’ morto Angese. Che non è strano, è un dispiacere. Il fatto strano è che un centinaio di utenti della rete cercando notizie sula sua dipartita sono capitati nel mio blog. Lasciando anche delle risposte. Internet funziona così, internet non ha cuore. Non sapete nemmeno quanti soldi girino in internet. La visibilità è tutto. Crea contatti e business. Questo mezzo che per alcuni è libertà, possibilità di diffusione di idee e aggregazione per altri è solo fonte di lucro. Che ingenuo, la vita è così. Chi piomba primo sulla notizia la vende a caro prezzo. Ti chiedo scusa Sergio, io avevo solo intenzione di far circolare l’idea che la vita sia comunque degna d’esser vissuta anche nella consapevolezza della morte. Ti chiedo scusa anche se non c’ho guadagnato un soldo, solo un centinaio di visite in più. Che male c’è poi a guadagnare i soldi, tanti soldi? Che si passa la vita a far quello anziché a viverla, ad avere idee per viverla meglio. Perché i soldi sistemano tutto e mettono il cuore in pace. Ma questa è un’altra storia… E sì che quest’estate Sergio, adesso che rimetto insieme le cose, ti ho anche parlato per chiederti informazioni riguardo la vendita della tua casa in Umbria, vicino ad Alcatraz… Buona cavalcata Sergio!

    Qualche mattina fa, per merito di Sergio, di Renata, di Simona, di Matteo, di Mendi, di Rocco, della gamba di Roby, della Nonna, per merito di tutti gli Amici che se ne sono andati e delle stagioni che vanno, tornano e stanno al loro posto, ho scoperto che sono pronto a morire anche se vorrei ancora combinare un po’ di casino qui fuori in giro.

    E come al solito la realtà mi si realizza dentro in forma di versi:
    Morire è normale conseguenza del vivere.
    Cambiare stato per tornare in un altra forma.
    Continuo divenire della grande Madre.
    Passare e seminare per lasciar raccogliere.
    La nostra società che così tanto teme la morte e la cura, la rinvia, la scaccia
    è allo stesso tempo così tanto portatrice di morte e sterminio in nome della sua stessa vita.
    E sì che basterebbe così poco, per risolverla, la vita,
    aver la certezza che una volta andati non è finita.
    Nessuna pietra, nessun ritorno, nessuna andata,
    siamo sempre stati qui e qui staremo,
    perché il corpo forse è solo un contenitore.
    Perché si continua a vivere nei gesti, nei ricordi, nei pensieri.
    Solo a tenerseli stretti tutti per se, davvero si muore.

    Arcano Pennazzi
    http://arcanopennazzi.wordpress.com/

  8. simona Says:

    sei stato bravissimo a ricordarlo, non mi pare lo abbiano fatto in molti.

  9. christian Says:

    @simona: ciao! ti ringrazio molto, ma fortunatamente di ricordi ce ne sono stati davvero tanti!🙂 a presto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: