Posts Tagged ‘governo’

Legge marziale?

lunedì 16 giugno 2008

Dopo le leggi razziali, adesso anche i militari nella città, il tutto per fingere di garantire una sicurezza che non ci sarà, contro una mancanza di sicurezza fasulla e costruita ad arte. A quando l’istituzione della legge marziale?

Leggo poi che saranno “scelti tra coloro che parteciparono alle missioni di pace“? Si riferiscono forse al nostro splendido intervento in Somalia? del resto in Italia ci dimentichiamo quello che è successo ieri, figuriamoci se possiamo riuscire ad andare oltre i dieci anni…

Giustamente Crisis si chiede “Qualcuno ha voglia di protestare, per caso?”

Annunci

Depressione Caspica (o Italica?)

venerdì 25 gennaio 2008

CCCP (1990) – CSI @ VideoMusic (1994) – Italia (2008)

Depressione Caspica

No non ora non qui in questa pingue immane frana
No non ora non qui in questa pingue immane frana
No non ora non qui no non ora non qui
No non ora non qui no non ora non qui

Se l’obbedienza è dignità fortezza
La libertà una forma di disciplina
Assomiglia all’ingenuità la saggezza
Ma non ora non qui no non ora non qui
Ma non ora non qui no non ora non qui

Io in attesa a piedi scalzi e ricoperto il capo
Canterò il vespro la sera
Io in attesa a piedi scalzi e ricoperto il capo
Canterò il vespro la sera

Ecco che muove sgretola dilaga
Ecco che muove sgretola dilaga
Uno si dichiara indipendente e se ne va
Uno si raccoglie nella propria intimità
L’ultimo proclama una totale estraneità
Tu con lo sguardo eretto all’avvenire
Fisso al sole nascente ed adirato all’imbrunire
Tu non cantavi mai la sera non cantavi mai
Tu non cantavi mai la sera non cantavi mai
Oh…

No non ora non qui in questa pingue immane frana
No non ora non qui no non ora non qui
No non ora non qui no non ora non qui
Se l’obbedienza è dignità fortezza
La libertà una forma di disciplina
Assomiglia all’ingenuità la saggezza
Ma non ora non qui no non ora non qui
Ma non ora non qui no non ora non qui

Tu non cantavi mai la sera non cantavi mai
Tu non cantavi mai la sera non cantavi mai

La grande famiglia

martedì 22 gennaio 2008

“L’esperienza di questo centrosinistra è finita”

“Ringrazio Prodi per lo splendido e prestigioso incarico di ministro, anche se è stato drammatico”

“Lavorerò con tutte le forze che saranno disponibili a prendere in mano la bandiera della libertà e della giustizia senza le quali non c’è politica che non sia avvilente pratica politicante”

“Mi batto e mi batterò per un governo e una maggioranza in grado di ridare un senso alla giustizia”

“Mancata solidarietà di amici e alleati, timorosi di subire anch’essi la gogna mediatica, l’attacco strumentale e fazioso di ministri che dovrebbero guardare il loro passato e riflettere più che aggredire il presente e il futuro dei loro compagni di banco”

“I dettagli per quanto dolorosi e avvilenti di un’inchiesta giudiziaria faziosa e pregiudiziale, condotta con abuso di regole inquisitoriali, a partire dal ruolo inaudito e patologico delle intercettazioni. Un’inchiesta che si è presto trasformata in gogna mediatica, privazione della libertà personale di una mia familiare incensurata e sempre a disposizione dell’autorità penale”

Quante parole… ma non avrebbe fatto molto prima a dire semplicemente di essersi accorto di trovarsi in un governo in cui non ci sono abbastanza esponenti della sua “grande famiglia”?

Mastella

Dini e ancora Dini

sabato 29 dicembre 2007

Lamberto DiniNon contento di averci ammorbato per anni e di essere campato sulle nostre spalle anche in veste di Presidente del Consiglio o di Ministro di qualunque governo e schieramento… Non contento di avere una moglie condannata a due anni e quattro mesi per bancarotta fraudolenta (un crack da 40 miliardi di lire) che, nonostante questo, continua a andare a fare shopping quasi ogni giorno nei lussuosi negozi di Via TornabuoniLamberto Dini lancia ultimatum al paese.

Ma non basterebbe dargli un sacchetto di granoturco per i piccioni per una quotidiana passeggiata ai giardinetti e invitarlo a godersi la vecchiaia con tranquillità (sua e soprattutto nostra)?